In Lombardia non c’è il mare, è vero….ma ci sono ugualmente tantissimi posti dove in estate è possibile fare il bagno e rinfrescarsi, tra pozze, cascate e piscine naturali!

Andiamo a scoprire qualche gita fuori porta dove è possibile fare il bagno in Lombardia. Mi raccomando però di fare sempre molta attenzione perché non sono “spiagge balneabili” e non sono sorvegliate. Si tratta di posti immersi nella natura, per questo consiglio anche di portarvi le scarpe da scoglio!

Piscinette di Porto d’Adda (MB)

Nei pressi di Cornate d’Adda, dirigetevi verso la Centrale Idroelettrica Bertini. Attraversate il ponte e continuando verso il sentiero vedrete il fiume Adda sulla vostra destra. Le piscinette saranno poco lì più sotto, proprio davanti alla spiaggia di Medolago che rimane sull’altra riva.
Queste piccole pozze sono state create per permettere ai bambini di giocare e divertirsi nelle giornate più afose, per evitare bagni nel fiume Adda che invece è piuttosto pericoloso tra mulinelli e correnti forti. Sono circondate da una serie di piccoli passaggi in legno e pietre, perfetti per i bimbi.

pozze cornate d'adda

pozze cornate d'adda

 

Pozze d’Erve (LC)

Siamo in provincia di Lecco, si parte dal piccolo comune di Erve. Per arrivare alle pozze si percorre una piacevole passeggiata lungo il torrente Gallavesa, che nei secoli ha creato queste piscine naturali di acqua fredda e cristallina, e piccole cascatelle che piaceranno a tutti.
Il sentiero è molto semplice, adatto anche ai bambini più piccoli. É una di quei posti molto conosciuti da chi viene da Milano, perfetto per una gita fuori porta domenicale proprio per la vicinanza con il capoluogo lombardo.

pozze d'erve

Il sentiero delle Vasche di Valmadrera (Lc)

Tra le proposte di questo articolo questo è decisamente quello più avventuroso, pertanto lo consiglierei con ragazzi adolescenti più che con bambini. Si parte dalla località di Valmadrera dove il torrente Inferno forma queste vasche dove potersi refrigerare in un contesto paesaggistico unico. I passaggi per arrivarci però sono piuttosto impervi e quindi bisogna utilizzare anche catene o staffe.
Il sentiero arriva fino alla piana di San Tomaso, da cui poter ammirare un panorama mozzafiato sui laghi lecchesi.

vasche valmadrera

Val Vertova (BG)

Forse ormai tra i posti più conosciuti per fare il bagno in Lombardia, pertanto, se potete cercate di evitare il weekend. Siamo nel mezzo della Val Seriana, in un meraviglioso contesto naturale in cui il torrente Vertova ha scavato una sorta di canyon che farà davvero divertire i più piccoli, ma anche i genitori! Il sentiero è piuttosto semplici da percorrere e quasi completamente all’ombra, ma con la possibilità di guadare un fiume o di provare ad arrampicarsi in mezzo alle rocce.
Ci sono vari punti per fermarsi per una sosta, dopodichè potrete immergervi in qualche pozza smeraldina o proseguire per ammirare le cascate e le Marmitte dei Giganti, un vero spettacolo della natura.

val vertova

val vertova

Le Buche di Nese (BG)

Sempre in provincia di Bergamo un altro itinerario molto suggestivo è quello che porta alle Buche di Nese, dette anche Pozze di Burro. Partendo da Burro (Alzano Lombardo) si percorre il sentiero 532 lungo il torrente Nesa, in un bosco ombroso molto gradevole nelle giornate estive.
Arriverete quindi al torrente dove ci sono delle piccole cascate naturali. Se avete bambini piccoli è meglio fermarsi qui, perché il sentiero dopo diventa piuttosto difficile ed è meglio proseguire se ben equipaggiati.

Rifugio Alpe Corte (Bg)

Questa gita è tra quelle più vicine a Milano che propongo qui, un classico per iniziare a far fare qualche breve passeggiata ai bambini più piccoli. Si parte da Ardesio e si seguono le indicazioni per il Rifugio Alpe Corte. Ad attendervi ci saranno prati per un bel pic-nic, e il ruscello accessibile in alcuni punti per rinfrescarsi, con tanto di mulino! Qui l’articolo sulla nostra gita al Rifugio Alpe Corte.

La cascata di Ferrera (Va)

Questa bellissima cascata è anche molto semplice da raggiungere. Basterà partire dal paese di Ferrera, da cui prende il nome la cascata e in pochi minuti dopo il laghetto vi apparirà la cascata con un salto di ben 30 metri del torrente Margorabbia. Qui potrete fare il bagno nello specchio d’acqua limpidissima, sempre utilizzando le dovute accortezze. Un posto perfetto della provincia di Varese per fare un bagno in estate!

cascata ferrera

Cascate dell’Acquafraggia (So)

Ci spostiamo a Piuro in Valchiavenna dove il torrente Acquafraggia forma queste spettacolari cascate a “balzi”, da cui deriva il nome latino “Acqua Fracta” cioè “spezzata” – con un dislivello che raggiunge i 1800 metri. Talmente belle da essere state dichiarate monumento naturale della Regione Lombardia. Il torrente, accessibile in più punti, consente di bagnarsi in una piccola piscina naturale. E chi non se la sente, può godersi la vegetazione rigogliosa e fare un pic-nic nel prato.

cascate dell'acquafraggia

Val di Mello (So)

La Val di Mello viene anche associata ad alcuni parchi americani come lo Yosemite, per la sua bellezza paesaggistica, tra foreste, laghetti e cascatelle naturali. Per percorrere il sentiero si parcheggia l’auto nella frazione di San Martino (a pagamento) per proseguire poi con una navetta o a piedi (30 minuti circa di camminata in leggera pendenza). Si arriva così nei pressi del torrente Mello, in un punto in cui ci si può già stendere e bagnare.
Si può poi continuare sul sentiero che costeggia il torrente fino al Rifugio Resega. Una delle tappe imperdibili è il cosiddetto Bidet della Contessa, un incantevole specchio di acqua cristallina. A nostro avviso è uno dei posti più belli dove fare il bagno in Lombardia.

val di mello

Val Verzasca (Svizzera)

Si sconfina in Svizzera ma siamo a poco più di 2 ore da Milano. La Val Verzasca era un posto molto inflazionato, soprattutto qualche anno fa, per un video che richiamava l’attenzione dei turisti con il soprannome delle “Maldive di Milano”, tanto che le autorità locali avevano fatto contingentare gli accessi.

val verzasca

Un’altra gita fuori porta in Lombardia dove rinfrescarsi è anche quella che porta alla cascata del Cenghen, di cui vi avevo parlato qui. In realtà la pozza è molto piccola quindi potrete al massimo immergere le caviglie!