Oltre ai classici posti che tutti conoscono e che ogni turista non può mancare di visitare, come il Duomo, il Castello Sforzesco, la pinacoteca di Brera, ci sono alcune curiosità da vedere a Milano che forse non tutti conoscono che sono anche molto “instagrammabili”.

Per esempio, sapevate che c’è qui la panchina più lunga del mondo? E che è stato da poco inaugurato un giardino Zen?

Curiosità da vedere a Milano: La panchina più lunga del mondo

Siamo nel parco del Portello, una piccola zona verde a due passi dalla (vecchia) fiera milanese e da City Life.

Dovete sapere che proprio qui è stata costruita questa lunghissima panchina di 208 metri, tanto da essere considerata la panchina più lunga del mondo. E’ stata realizzata da Pacchiarini, un’azienda italiana leader nella progettazione e produzione di arredo urbano. Per costruirla sono servite 500 gambe di ferro, 1800 stecche da 4 metri di legno ciascuna e più di 25000 viti.

La panchina è curvilinea proprio per seguire le forme della natura, e quindi si sposa perfettamente con l’ambiente circostante.

panchina_più_lunga_milano

La panchina al Parco del Portello

Il giardino Zen di Piazza Piola

Il nuovo giardino zen di piazza Piola, è stato inaugurato ad aprile 2021, per riqualificare la rotatoria di Piazza Piola, a pochi passi dall’uscita della MM2. Un angolo di pace e meditazione in stile orientale grazie ai 21 alberi di ciliegio e dalle sculture inedite dell’artista giapponese Kengiro Azuma. Cinque gradoni cilindrici di diverse altezze accolgono Colloquio, una scultura che rappresenta due rospi in bronzo intenti in una conversazione. In un altro punto del parco osserva Mu – 765 Goccia, dedicata alla sede del Teatro No’hma, l’ex palazzina dell’acqua potabile di via Orcagna.

giardino_zen_milano

Il castello di carte

All’interno del giardino di Castello Pozzi, tra viale Berengario e via Benedetto Brin, troverete un’installazione artistica davvero surreale. Un immenso castello di carte grandi quanto delle finestre, che sembra proprio uno di quei castelli che tutti abbiamo provato a fare almeno una volta nella vita con le carte da gioco.

L’opera, che in realtà si chiama Love Art 4 All, è frutto della collaborazione degli stilisti Fiorucci e Missoni, e con l’artista e stampatore Giuliano Grittini. Venne realizzata nel 2014 e per celebrare i due marchi simbolo della moda milanese, grazie ai giochi di colori di queste carte che in particolare la sera si illuminano per un risultato scenografico davvero notevole. Attenzione solo poichè la struttura si può vedere al di fuori del cancello.

casa_di_carte_curiosità_milano

La Colonna del Diavolo

Tutti conoscono la meravigliosa Basilica di Sant’Ambrogio, dedicata al santo patrono della città di Milano. Ma forse non tutti sanno che a sinistra della Basilica c’è quella che viene chiamata la Colonna del Diavolo, una colonna di epoca romana con due fori in basso. La leggenda narra che una mattina Sant’Ambrogio incontrò Satana che cercò di convincerlo a rinunciare al suo compito di vescovo. Sant’Ambrogio lo colpì facendolo sbattere le corna contro la colonna. Il diavolo rimase così incastrato fino al giorno dopo, quando scomparve all’interno di uno dei due fori.

Parco d’arte di City Life: i colori del villaggio globale

Che cosa rappresentano le super instagrammate installazioni colorate del Parco di City Life?

L’opera Coloris realizzata dall’artista Pascale Marthine Tayou è composta da una pavimentazione in calcestruzzo che raffigura il planisfero terrestre in cui sono piantati circa cento pali metallici di color pastello e di dimensioni variabili tra i 6 e i 12 metri. Sopra ognuno è posizionato un uovo. L’intenzione dell’opera è concentrarsi su problemi come migrazioni e la formazione di un villaggio globale senza confini precisi.

A questa, si aggiungono altre opere artistiche disseminate nel parco, come il Bacio di pietra immortale e le vedovelle a forma di draghi.

city_life_milano

Strada degli gnomi

Se camminate per il via quartiere Maggiolina, proprio dietro alla stazione centrale, non potrete non notare delle strane abitazioni che lo caratterizzano. Sono infatti delle casette di piccole dimensioni che ricordano gli igloo degli eschimesi oppure le casette degli gnomi, che infatti danno il soprannome a questa strada così particolare.

Milano_curiosità_da_vedere

Ponte delle Sirene

All’interno del  bellissimo Parco Sempione scorre un piccolo e romantico ruscello, dove si può scovare il ponticello chiamato, per l’appunto, “Ponte delle Sirene”.  La leggenda narra che baciarsi in questo luogo evita il tradimento del partner… sarà vero?

Milano_curiosità_da_vedere

La Tomba dei Re Magi

All’interno della Chiesa di Sant’Eustorgio si dice che siano custodite le spoglie dei re Magi, o almeno alcuni resti, all’interno di un sarcofago del tardo Impero Romano. Sembra infatti che il vescovo Eustorgio aveva espresso il desiderio di essere sepolto vicino ai Magi e quindi li fece portare in città da Costantinopoli. Sembra però che i buoi che trainavano il carro si bloccarono davanti alla chiesa e nella notte, le reliquie vennero trafugate dal Barbarossa, che le portò a Colonia. Solo in seguito alcuni frammenti furono riportati a Milano.

Dove Dormire a Milano

Milano è una grandissima città ed ha davvero tanto da vedere e da offrire, quindi l’ideale è fermarsi a dormire almeno per un weekend.

Ecco qui l’elenco di tutti gli hotel della città di Milano per prenotare la vostra visita.

Conoscete altri curiosità da vedere a Milano? Scrivetemi nei commenti e se volete seguitemi sui social per altri consigli di viaggio e gite fuori porta!