La Reggia di Venaria Reale, gioiello architettonico nel cuore di Torino, incanta i visitatori con la sua maestosità e la sua storia avvincente. Costruita nel XVII secolo su ordine del duca Carlo Emanuele II di Savoia, e progettata da Filippo Juvarra, testimonia il potere e la grandezza della dinastia sabauda.
Questa sontuosa residenza reale, paragonata infatti a Versailles, è stata un tempo dimora dei duchi di Savoia e luogo di ritrovo per la nobiltà europea. Dal 2017 è anche Patrimonio Unesco.
È una meta imperdibile per chiunque visiti la città di Torino e pertanto vi consiglio di dedicarvi almeno mezza giornata, in quanto sia la reggia che i suoi lussureggianti giardini sono davvero immensi!
In questo articolo, esploreremo i dettagli e le meraviglie delle Reggia di Venaria di Torino e tutti i consigli per vivere un’ esperienza indimenticabile.

Stanze della Reggia di Venaria

Info pratiche per visitare la Reggia di Venaria: biglietti, parcheggi, orari

La Reggia di Venaria Reale è situata a soli 10 chilometri dal centro di Torino ed è facilmente raggiungibile sia in auto che con i mezzi pubblici. Per coloro che preferiscono utilizzare i mezzi pubblici, potete prendere la linea di bus Venaria Express che collega il centro di Torino e la stazione di Porta Susa con la Reggia di Venaria e il Parco della Mandria.
Se invece venite in auto, sono disponibili ampi parcheggi a pagamento (Castellamonte e Carlo Emanuele II) nelle vicinanze della reggia.
I biglietti possono essere acquistati online sul sito ufficiale, (anche per evitare code all’ingresso) dove potrete consultare gli orari di apertura e gli eventi in corso.
Il costo per gli adulti parte da 16 € e comprende la visita alla Reggia con la Scuderia Grande Juvarriana e la visita ai Giardini, mentre i ragazzi dai 6 a 20 anni pagano 8 €. Gratuito sotto i 6 anni (prezzi aggiornati a maggio 2024).
La Venaria Reale è aperta dal martedì alla domenica, dalle 9,30 alle 17, con chiusura alle 18.30 nei weekend.

carrozze reali

Un Po’ di Storia: Le Origini della Reggia

La Reggia di Venaria Reale, commissionata da Carlo Emanuele II di Savoia nel XVII secolo, rappresentava un simbolo di potenza e prestigio per la dinastia dei Savoia. Progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte e successivamente arricchita dalle opere di numerosi artisti di fama internazionale, la reggia si distingue per la sua imponenza e la sua raffinatezza architettonica.

Ma in realtà la Reggia ha una storia tormentata e complessa: dai fasti del Seicento al culmine dello splendore settecentesco, dal lento inesorabile declino dell’Ottocento, quando venne trasformata in caserma militare per volere del re Vittorio Emanuele II, alla rovina del Novecento. È stato poi nel 1997 che
fu annunciata l’intenzione di recuperare l’intero complesso con il “Progetto La Venaria”. Furono coinvolti oltre 700 tecnici e progettisti, 16 gare di appalto e una lavoro di recupero e restauro enorme, che ha reso possibile riportare in auge questa magnificenza e poterla nuovamente ammirare nel suo splendore.

Stanze della Reggia di Venaria Torino

Il Progetto Venaria Reale è diventato un “modello” di gestione e restauro a livello internazionale

La Reggia di Venaria Reale a Torino: Un Capolavoro Barocco

I visitatori della Reggia di Venaria Reale saranno rapiti dalla bellezza e dalla grandiosità della sua architettura barocca. I vasti giardini all’italiana, le sontuose sale decorate e gli splendidi affreschi rendono questa dimora reale un autentico capolavoro dell’arte e dell’ingegneria del XVII secolo. Tra le attrazioni principali, spiccano la Galleria Grande, la Cappella di Sant’Uberto e la Sala di Diana e la Sala delle Arti.

Le sale di Venaria Reale

La visita parte dal piano seminterrato dove vedrete i dipinti raffiguranti i volti della dinastia sabauda.
Al Piano Nobile, rimarrete affascinati dagli affreschi restaurati della Sala di Diana e dalla magnificenza degli appartamenti del Duca e della Duchessa e del Re e della Regina.

sala di diana

Sala di Diana

Versailles italiana

la meravigliosa Galleria Grande

Arriverete poi al punto clou della visita, la Galleria Grande! Questo luogo mi ha molto ricordato la celeberrima sala degli specchi di Versailles.
Il percorso poi si conclude con le scuderie Juvarriane, dove spicca il Bucintoro reale e una rappresentazione delle carrozze dell’epoca.
Ma la visita non finisce qui, poiché ci sono ancora tutti i giardini reali da visitare!

Bucintoro nelle scuderie juvarriane

Il Bucintoro reale

Giardini della reggia: un’oasi di Bellezza

Uno degli elementi più affascinanti della Reggia di Venaria Reale sono i suoi giardini spettacolari. Estesi su oltre 60 ettari, i giardini offrono un’esperienza sensoriale unica, con fontane danzanti, labirinti verdeggianti e maestose statue. Si dividono tra Parco Alto e Parco Basso.
Spicca la seicentesca Fontana di Ercole del Castellamonte, con statue di marmo, mosaici, conchiglie, giochi d’acqua ed effetti sonori.
Vi consiglio di fermarvi qui per la pausa pranzo, facendo un picnic: in alternativa è anche presente il bar del parco.
Per le famiglie in visita, la Reggia offre una serie di servizi e attività pensate per intrattenere anche i più piccoli. Tra questi, il trenino per bambini che attraversa i giardini è particolarmente popolare, offrendo un modo divertente per esplorare il vasto terreno della reggia senza stancarsi troppo.

Reggia di Venaria con bambini

Giardini della reggia

Le Mostre e gli Eventi: Un Programma Culturale Vibrante

Oltre alla sua bellezza architettonica, la Reggia di Venaria Reale ospita regolarmente mostre d’arte, eventi culturali e spettacoli che attirano visitatori da tutto il mondo. Da esposizioni temporanee di artisti contemporanei a concerti e performance teatrali, c’è sempre qualcosa di interessante da scoprire e apprezzare nella programmazione culturale della reggia.

La Reggia di Venaria Reale a Torino rappresenta una tappa imperdibile per chiunque desideri immergersi nella storia e nella bellezza dell’Italia.

Reggia di Venaria con bambini