Se siete amanti delle escursioni semplici nella natura non troppo conosciute e volete un’idea per il prossimo weekend, ho quello che fa per voi!
Per questa gita fuori porta ci siamo spostati di poco dalla “nostra” Lombardia, verso il Piemonte, per un facile trekking con i bambini in Valsesia. L’obiettivo erano le incantevoli Grotte di Ara.
Un posto oserei dire quasi mistico, dove vi sembrerà di essere fuori dal tempo, con il suo giardino rigoglioso e il torrente Magiaiga per rinfrescarsi nella stagione estiva. Ma oltre alla bellezza della destinazione finale, è stato entusiasmante soprattutto il come ci siamo arrivati. Un vero percorso tematico quello dei sentieri di casa di Helsa, intervallato da pannelli didattici e interattivi lungo il percorso, che ci hanno accompagnato imparando tante curiosità sul Monte Fenera e i suoi abitanti.
Ma partiamo con ordine. Qui vi darò tutti i consigli per la vostra gita in Valsesia con i bambini.

itinerario habitat sentieri di casa

Pannelli interattivi lungo il percorso

sentiero tematico valsesia

Come arrivare alle Grotte di Ara in Valsesia

Il consiglio che vi do è di parcheggiare l’auto presso la frazione di Fenera San Giulio, a pochi minuti da Borgosesia, nel parcheggio appena prima della curva. È da qui che inizia la nostra escursione.
Nota: le grotte si possono anche raggiungere direttamente dal borgo di Ara, ma vi perdereste tutto il sentiero tematico di Helsa.

Trekking in Valsesia sul Monte Fenera: I sentieri di casa di Helsa

La Valsesia è da sempre nota per la sua natura rigogliosa, i suoi torrenti per fare rafting e le bellissime escursioni.
Il Monte Fenera in particolare, è l’unico massiccio carbonatico della Bassa Valsesia che ospita numerose grotte oggetto di indagini speleologiche e archeologiche. Motivo per cui il progetto Habitat – i sentieri di Casa ha voluto rendere omaggio a questa zona studiando degli itinerari a misura di famiglia molto coinvolgenti. Noi abbiamo percorso in particolare l’itinerario B – Sui sentieri di casa di Helsa. Ma chi è questa Helsa? È un orso speleologo, che con tanta simpatia ci accompagnerà nella nostra gita grazie ad un libretto che ci guiderà lungo il sentiero.
L’obiettivo infatti è di rendere il trekking piacevole per i bambini ma anche istruttivo.
Una volta parcheggiata la macchina, vedrete subito il primo pannello e, libricino di Helsa alla mano, inizierete il percorso in leggera pendenza sulla strada asfaltata.

sentiero bambini valsesia

Giochi interattivi dell’itinerario B- sui sentieri di casa di helsa

Dopo pochi minuti arriverete ad una piccola chiesetta dove già ci sarà da divertirsi con un piccolo gioco-indovinello di Helsa. Leggete bene le indicazioni del libretto sulla strada da percorrere (tracciato 769) perché da qui inizia il sentiero sterrato nel bosco.
Non vi voglio svelare troppi indizi e tappe di Helsa! Sappiate solo che ad ogni stazione corrisponde un pannello con un gioco interattivo o una qualche attività particolare da fare con i bimbi. Passerete da Fenera di Mezzo e subito dopo da Fenera Annunziata, costeggiando la sede operativa del Parco della Valle Sesia. Quando vedrete la valle aprirsi in una distesa di prati erbosi e un piccolo borgo in lontananza significa che sarete quasi arrivati!

Consigli: il trekking che parte da Fenera San Giulio e arriva alle grotte di Ara è molto semplice, con un dislivello minimo e dura circa un’ora e mezza. Non è tuttavia adatto ai passeggini perchè a tratti sconnesso e con qualche scalino. Meglio fascia o marsupio. Anche se prevalentemente in ombra, vi consiglio di portare con voi borracce e qualche spuntino poiché non ci sono punti ristoro lungo il cammino.

trekking valsesia bambini

Il sentiero è semplice: durata di 90′, dislivello minimo

libretto I sentieri di casa di Helsa

Il libretto di Helsa vi guiderà nel sentiero

Il Giardino delle Grotte di Ara

Un arco naturale di roccia calcarea, dell’altezza di circa dieci metri, segna l’arrivo di questo luogo che pare fuori dal tempo. Al centro del giardino scorre il torrente Magiaiga e qui in una piccola nicchia vicina al torrente si trova la statuetta di santa Barbara, patrona dei minatori, posizionata qui dai lavoratori della cava. Gli studiosi, però, ipotizzano che la devozione a questa santa si sia sovrapposto a quello dell’antica dea delle acque (una testina votiva femminile è stata rinvenuta della “Grotta della Volpe” e si può vedere nel Museo C. Conti di Borgosesia).
Si tratta di un luogo che ha da sempre esercitato un fascino e un’attrattiva particolare, se si pensa che nell’antichità i bambini gracili venivano portati qui affinché si fortificassero.
Se venite nella stagione estiva infatti potrete rinfrescarvi piacevolmente lungo il torrente.

grotte di ara

Il meraviglioso Giardino delle Grotte di Ara

grotte di ara

grotte di ara

Dove mangiare

Il nostro consiglio è di godervi appieno l’atmosfera facendo un bel picnic e ammirare il suggestivo scenario offerto dal giardino delle grotte. Avrete a disposizione una zona attrezzata con tavoli all’esterno davanti alla Casa della Grotta. In alternativa, nel paese di Ara, c’è un bar-ristorante al Caret dal Furnacc.

picnic grotte di ara

Area picnic davanti alle grotte

Museo Archeologico Carlo Conti di Borgosesia

Ma dove abbiamo preso il libricino di Helsa che ci ha fatto da guida lungo il percorso?
Al Museo di Archeologia e Paleontologia Carlo Conti di Borgosesia, che vi invito a visitare prima di iniziare il sentiero. Il libro-guida è gratuito, mentre l’ingresso al museo ha il costo di 2 € per gli adulti.
Per i bambini sarà entusiasmante vedere dal vivo uno scheletro di un orso preistorico, che viveva qui insieme a linci e pantere. Oltre a conoscere altre curiosità della valle: per esempio il Monte Fenera è uno dei pochi siti in Italia dove sono state ritrovate tracce dell’uomo di Neanderthal.

museo carlo conti

museo carlo conti

scheletro di orso al Museo Carlo Conti

La gita che parte da Fenera San Giulio che abbiamo fatto noi può essere anche fatta accompagnati da una guida locale che vi racconterà ancora più nel dettaglio le particolarità geologiche ed archeologiche del territorio. In questo caso, vi conviene prenotare preventivamente chiamando il museo.

Cosa vedere nei dintorni

Tornando indietro e addentrandovi nel piccolo borgo di Ara (Grignasco), dirigetevi verso la chiesetta per raggiungere un punto panoramico molto suggestivo.

chiesa di ara

Chiesetta di Ara, dove si trova un bel punto panoramico

In alternativa al nostro itinerario, c’è un altro sentiero perfetto per un trekking semplice con i bambini, questa volta accompagnati dall’orso Berth (itinerario A – Sui sentieri di casa con Berth). Il percorso è ad anello e più lungo (circa 3 ore e mezza) e passa tra le frazioni basse di Borgosesia.

Nelle vicinanze, potrete visitare anche il Lago d’Orta e il Lago Maggiore magari progettando un bel weekend in Valsesia.