La Storia del Parco Natura Viva

Il Parco Natura Viva è oggi un moderno Parco Zoologico, importante centro di tutela per le specie minacciate, che ha saputo evolversi nel tempo per assumere un ruolo attivo nella conservazione della biodiversità.
Il Parco, che ha già compiuto 50 anni di storia, nasce dall’idea dell’architetto Alberto Avesani il quale trasformò negli anni ’60 parte della propria azienda agricola, in un’area faunistica.
Nel 2002 l‘arca diventa il simbolo del Parco – assumendo sempre più il ruolo di proteggere le specie minacciate dall’estinzione.
Oggi conta ben 25 progetti di conservazione e 6 progetti di reintroduzione in natura.

Dal Madagascar all’Ecuador, dal Costa Rica alle Seychelles, dall’Andalusia alla Romania il parco lavora per la conservazione in situ per oltre 50 specie animali.

fenicotteri parco natura viva

I fenicotteri rosa del parco

Consigli per visitare il Parco Natura viva con i bambini

Innanzitutto, ci sono 2 percorsi di visita. L’avventuroso Safari Park, da fare rigorosamente in macchina e il Fauna Park, percorso pedonale con diverse aree  tematiche che si dividono tra le diverse aree geografiche di tutto il mondo.
Decidiamo di iniziare con il Safari park, e l’avventura ha inizio!  E così, nonostante la pioggia, avvistiamo la giraffa, le zebre, il rinoceronte, le gazzelle…
I bambini ovviamente erano entusiasti di poter vedere questi animali dal vivo!
La parte più intesa arriva quando ci dirigiamo verso la parte dei carnivori africani….leoni, iene e ghepardi….li vediamo molto in lontananza ma è stato comunque emozionante. E’ stato bello soprattutto vedere questi animali non in gabbia, come spesso accade negli zoo, bensì in ampi spazi dove possono vivere in maniera serena.

ghepardo parco natura viva

Il ghepardo e la giraffa si possono avvistare durante il Safari park

giraffa parco natura viva

Il Fauna Park è un percorso pedonale davvero molto esteso, in cui potrete incontrare gli animali di tutti e cinque i continenti. Vi consiglio di orientarvi con la mappa del parco alla mano e di considerare almeno 3-4 ore per la visita di quest’area.
E’ fattibile tranquillamente anche con il passeggino.

Passerete nell’area dove convivono ippopotamo e rinoceronte, a quella dedicata al Madagascar con i lemuri, fino ad osservare i bradipi e le tartarughe.
Per ogni specie ci sono dei pannelli esplicativi che raccontano curiosità e dettagli della vita degli animali, per un vero e proprio percorso didattico-informativo. Un ottimo modo per imparare qualcosa di interessante, anche per noi adulti…Per esempio, lo sapevate che le uova del fenicottero vengono covate anche dai maschi?

pannelli del parco

rinoceronte e ippopotamo parco natura viva
Il nuovo padiglione del parco, House of Giants, è dedicato invece al tema del gigantismo e del nanismo in natura. Draghi di Komodo, testuggini, un’anaconda gigante ma anche molti “piccolissimi”, come coccodrilli nani, pesci palla nani e formiche tagliafoglie.

Dove mangiare al Parco Natura Viva

All’interno del Parco sono presenti alcuni punti ristoro, dal ristorante self-service alla frutteria, al bar che vende toast e panini. I prezzi sono nella media, ma per chi preferisce, è comunque possibile consumare il proprio pranzo al sacco nell’area pic-nic.

Come arrivare al Parco Natura Viva

Il Parco si trova in provincia di Verona, località Bussolengo. Potrete lasciare la macchina nel parcheggio a pagamento (3 € tutto il giorno).

Dove dormire vicino al Parco Natura Viva

Se avete a disposizione più giorni potrete dormire nei pressi del Parco, e magari pensare di fare una gita nelle vicine Sirmione e Solferino. Ma anche i parchi del Garda, da Caneva a Gardaland a Movieland sono il divertimento per tutti, grandi e piccini!

Per verificare orari, prezzi e altre informazioni utili alla vostra visita, consultate il sito ufficiale del Parco Natura Viva.

parco natura viva pellicano

gorilla del parco