Durante il nostro viaggio in Portogallo con i bambini non poteva mancare una tappa nella colorata ed eclettica Lisbona. Dopo aver visitato le spiagge meravigliose dell’Algarve siamo saliti verso nord dedicando alcuni giorni alla capitale (più un giorno alla città di Sintra).
Qui vi daremo tutti i consigli su cosa vedere e cosa fare a Lisbona in 3 giorni, anche naturalmente con i bambini al seguito!

Consigli per visitare Lisbona anche con i bambini

Prima di entrare nel dettaglio dell’itinerario è doveroso fare una premessa, soprattutto essendo mamma. Ahimè mi duole dirlo ma Lisbona non è una città adatta ai passeggini. Essendo sviluppata su 7 colli, è un saliscendi unico, i marciapiedi sono strettissimi e spesso anche con piastrelle sconnesse. Sinceramente ero davvero felice che i miei figli ormai camminassero! Quindi valutate bene se avete bimbi piccoli di portare zaino o fascia o se aspettare qualche anno affinché possano visitare Lisbona con le loro gambe.
Altro consiglio che vi do riguarda gli ascensori panoramici, i cosiddetti “elevador”. Sebbene in molte guide avessimo letto di prendere ad esempio l’Elevador de Santa Justa perché molto caratteristico, sinceramente vi dico che… arriverete a punti panoramici bellissimi e senza nessun ascensore! Quindi non vale la pena spendere né soldi né tempo.

A parte ciò non scoraggiatevi, Lisbona è una città meravigliosa che colpisce dritta al cuore!

case di lisbona

Le bellissime case colorate di Lisbona

Come arrivare a Lisbona e come muoversi

Buone notizie per noi italiani! Lisbona è ben collegata all’Italia tramite voli diretti (da Milano 2 ore e 30) anche low cost. L’aeroporto ha una fermata della metropolitana che consente di arrivare in centro in circa mezz’ora. Se visitate solo Lisbona (o al massimo Sintra) non occorre quindi noleggiare la macchina!
Per spostarsi a Lisbona ci sono tantissimi mezzi di superficie oltre alla metropolitana. Dai caratteristici tram agli autobus. Valutate se fare la Lisboa Card per avere viaggi illimitati sui mezzi pubblici e avere notevoli sconti sulle attrazioni della città.

Cosa vedere a Lisbona: giorno 1

Mirador de Cristo Rei

Arrivando in macchina dall’Algarve, decidiamo di fare la prima tappa al Santuario del Cristo Rei in quanto si trova dall’altro lato del fiume rispetto alla città. Se però siete coi mezzi da Lisbona potete prendere il traghetto (10 minuti da Cais do Sodrè fino a Cacilhas) e poi il bus fino a Pragal.
Il Cristo Rei venne costruito in segno di ringraziamento per aver risparmiato il Portogallo durante la 2a guerra mondiale ed è davvero imponente se pensate che si vede da qualsiasi angolo della città. Proprio per questo richiama il Cristo più noto di Rio de Janeiro.

casa_do_alentejo

Rimanendo in tema di oltreoceano, dal Miradouro de Cristo Rei avrete una visuale magnifica su Lisbona e sul suo Ponte XXV Avril, che invece ricorda il famoso Golden Gate di San Francisco!

Ponte XXV aprile lisbona

Il Ponte XXV avril ricorda il Golden Gate di San Francisco

Castelo de Sao Jorge e quartiere Alfama

Alfama è sicuramente uno dei quartieri più caratteristici della città. Perdetevi tra le sue vie, un po’ caotiche ma colorate, piene di vita. In qualsiasi stagione visiterete Lisbona troverete sempre la città in festa. Degustazioni di Ginjinha – liquore tipico che ricorda la sangria-, la musica del fado che esce dai locali, street food, ogni momento è buono per festeggiare!

In cima ad Alfama sorge il Castelo de Sao Jorge, uno dei simboli della città. Antica fortificazione al tempo della dominazione dei Mori, ne riprende tutto il suo stile architettonico. Il biglietto costa 10 €, in alternativa potete pensare di prenotare una visita guidata.
Sempre ad Alfama vi imbatterete nel Miradouro de Santa Luzia, un meraviglioso pergolato ricoperto da vite e bouganville fucsia, circondato da pareti di azulejos bianco-celesti. Da lì ammirerete una delle viste più belle sui tetti rossi della città e sul fiume Tago.

panorama da miradouro santa luzia

Il panorama da miradouro Santa Luzia nel quartiere Alfama

Visitare la città sul Tram 28

Il tram 28, l’icona della città! Sarà divertente percorrere tutta la città sopra le carrozze anni ‘30 inerpicandosi lungo salite, discese e stradine strettissime che solo Lisbona conosce! Essendo sempre molto affollato vi consiglio di salirvi dal capolinea che si trova in Piazza Moniz.

tram 28 lisbona

Lisbona con i bambini: Giorno 2, quartiere Belem

Il secondo giorno è dedicato all’esplorazione del quartiere di Belem. Dal centro di Lisbona arriverete coi mezzi in circa 20-30 minuti. Passeggiare in questo quartiere vi riporterà indietro nel tempo, all’epoca delle grandi scoperte dei navigatori portoghesi, grazie ai monumenti dedicati proprio a questo tema.

Mosteiro Dos Jeronimos

Si tratta di uno splendido monastero in stile manuelino costruito nel 1501 per celebrare la scoperta della rotta delle Indie di Vasco da Gama. Un tempo abitato dai monaci dell’Ordine di San Girolamo, è oggi Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Rimarrete abbagliati dal bianco della sua facciata, ricoperta da guglie, torri e intarsi ma è il chiostro interno il vero splendore. Le sue colonne presentano tutte motivi decorativi differenti, alcuni di essi in stile marinaresco. Nella chiesa adiacente, che ha un biglietto ulteriore, è custodita la tomba di Vasco da Gama.
Vi consiglio di arrivare all’apertura, noi pur avendo i biglietti abbiamo fatto 45 minuti di coda.

mosteiro dos jeronimos lisbona

cosa vedere a lisbona

Padrao do Scobrimentos (Monumento alle Scoperte)

Spostandovi sul lungomare vedrete questa immensa costruzione in pietra che raffigura una nave con le vele spiegate al vento per ricordare i più grandi navigatori del Portogallo. Fate caso all’enorme mappa sul pavimento davanti all’ingresso che ripercorre tutte le date delle scoperte geografiche dell’impero coloniale portoghese.

lisbona in 3 giorni

Torre di Belem

Camminando qualche minuto sul lungomare arriverete ad un altro simbolo di Lisbona, la Torre di Belem. Volendo vi si può anche entrare ad un costo di 6 €, ma è bene sapere che fu costruita a scopo difensivo quindi non aspettatevi sale riccamente decorate all’interno.

torre di belem lisbona bambini

Cosa vedere a Lisbona, Giorno 3

Museo Nacional do Azulejo

Gli Azulejos sono piastrelle lucide in ceramica colorata. Le avrai notate un po’ ovunque a Lisbona. Decorano la metropolitana, le piazze, le viuzze e tantissimi edifici. Un po’ in periferia, nell’ex Convento della Madre de Deus, si trova questo museo dedicato alla storia delle famose piastrelle portoghesi ed anche altri oggetti e testimonianze della vita e della cultura portoghese del passato. I bambini sotto i 12 anni non pagano!

casa_do_alentejo

casa_do_alentejo

Praça do Comercio nel quartiere Baixa- Chiado

Questa zona è il cuore di Lisbona, con i suoi eleganti palazzi signorili, negozi e i caratteristici tram gialli che sfrecciano qua e là. Praça do Comercio è uno dei luoghi iconici della città, una piazza con una stupenda vista “mare” circondata da portici settecenteschi, un arco di trionfo costruito dopo il terremoto (l’Arco da Rua Augusta). Proprio sotto questi portici si trova l’ufficio del turismo dove acquistare la Lisboa Card e anche il Museo della Birra per una pausa dissetante!

lisbona con bambini

Lisbona: luoghi insoliti e instagrammabili

Devo ammettere che non si fa fatica a scattare fotografie passeggiando per Lisbona. Ogni angolo è degno di una foto, complici anche le facciate colorate delle case e dei portoni!
Però, se proprio volete sapere luoghi un po’ insoliti e particolari vi svelo qualche “chicca”!

Non potrete non farvi un selfie nella Pink street, che si trova in  Rua Nova do Carvalho. La storia che c’è dietro la strada rosa è interessante perché in passato era il simbolo del quartiere a luci rosse di Lisbona, mentre oggi è stato riqualificata ed ora è un luogo di ritrovo per i giovani con tanti bar.

lisbona pink street

Nel cuore di Rossio invece si trova invece uno dei negozi più incredibili mai visti: O Mundo Fantastico da Sardinha Portuguesa. Si tratta di un negozio che vende scatole di sardine… si avete capito bene! Il tutto però è talmente colorato, le scatole disposte per anno e per colore come una grande collezione a cui non poter resistere. Cosa non fa il marketing!

sardine lisbna

Mentre a poche centinaia di metri, a Casa do Alentejo vi ritroverete catapultati in un riad marocchino! Attualmente ospita un ristorante di cucina regionale, una taverna (con patio all’aperto), una biblioteca e spazi per degustazioni, mostre ed eventi. Quando vi dicevo che Lisbona è eclettica….

casa_do_alentejo

Altre cose da vedere a Lisbona: Convento do Carmo, la famosa basilica senza il tetto.
La Livraria Bertrand nel quartiere Chiado è la più antica libreria ancora in attività al mondo e poco più avanti potete sedervi e bere qualcosa con Pessoa presso A Brasileira.

Dove mangiare a Lisbona

Pastéis de Belém è la pasticceria più famosa di Lisbona, nata nel 1837 dove ci sono i migliori Pastéis de nada della città. Ovviamente c’è un po’ di fila, ma non ve ne pentirete!
Per mangiare avrete l’imbarazzo della scelta….ma sicuramente dovrete fare un salto al Time Out Market, il mercato coperto di Lisbona dove potrete scegliere qualsiasi tipologia di food, il tutto in ristoranti e pizzerie di alto livello!

time out market lisbona

pasteis de nata

i famosi pasteis de nata sono i dolci tipici del Portogallo

Dove dormire a Lisbona

Abbiamo alloggiato in un appartamento bellissimo e super moderno con Executive room Space, soprattutto in ottima posizione per vedere la città. A due passi dalla Pink Street e da Praca do Comercio e con una vista meravigliosa sul fiume Tago! Non posso che consigliarvela!

dove dormire a lisbona finestra

appartamenti lisbona dove dormire

Cosa ne dite quindi, vi abbiamo incuriosito su questa magnifica città? Noi davvero ci abbiamo lasciato il cuore!

Se vi va seguiteci anche sui social, troverete tanti consigli e spunti su viaggi e gite in famiglia e non solo!