La Puglia è sempre un’ottima scelta per chi sta cercando una soluzione per le vacanze al mare con i bambini. In Salento in particolare, troverete un mare davvero caraibico (tra cui le famose “Maldive del Salento”), spiagge sabbiose e fondali bassi oltre che tante attività da fare in famiglia.

In questo articolo vi daremo consigli su cosa fare e cosa vedere nella parte ionica del Salento. Già, poiché essendo proprio sul “tacco d’Italia” il mar ionico e quello adriatico sono separati solo da qualche decina di chilometri. In particolare, andremo a scoprire con Marta e la sua famiglia la zona di Porto Cesareo, i consigli sulle spiagge da non perdere e su dove alloggiare.

torre lapillo

Salento con i bambini: informazioni pratiche

Innanzitutto, vediamo come arrivare in Salento. Se arrivate dal Nord Italia, e non volete fare così tanti chilometri in macchina, un’alternativa è arrivare in aeroporto a Brindisi e poi noleggiare una macchina.

Il periodo migliore per fare un viaggio in Salento è giugno o settembre, per non trovare troppo affollamento. Già a luglio molte spiagge sono parecchio piene di turisti, ad agosto dovete sapere che alcune di esse sono quasi invivibili.  La sua bellezza infatti attira tantissimi visitatori da tutta Italia, ma ospita anche il turismo locale che non vuole rinunciare al suo mare limpido.

Un’altra informazione che dovete tenere a mente nell’organizzare il vostro viaggio in Salento è che i salentini “doc” ogni mattina guardano da che parte tira il vento. Con la tramontana bisogna andare sulle spiagge della costa Ionica (che vi faremo vedere noi), se invece soffia lo scirocco, meglio propendere per la Costa Adriatica (Torre dell’Orso, Grotta della Poesia, Otranto).

Le spiagge da non perdere

Torre Lapillo

Il mare di Torre Lapillo è qualcosa di meraviglioso, tra i più belli di tutta la zona, di un azzurro da sembrare una piscina. La spiaggia è di sabbia bianca e fine e il fondale è basso per un centinaio di metri. Per mangiare ci sono molti ristoranti e pizzerie e una via centrale con tanti negozietti e giostrine per i bambini.

Il nome del paese deriva da una torre che storicamente era un punto di difesa, collegata ad altre Torri sulla costa salentina. È possibile visitare la Torre anche internamente, per arrivare in cima e ammirare un bel panorama. L’interno è adibito a museo dove espongono conchiglie e altri reperti marittimi (ad esempio vecchi sistemi di pesca) con video esplicativo che racconta la sua storia.

torre lapillo bambini

Punta Prosciutto

Lungo la litoranea che collega Porto Cesareo e Torre Lapillo, si trova questa che è tra le spiagge più famose del Salento, se non d’Italia! Il suo mare blu cristallino e la spiaggia bianca sono da cartolina.

Qui la maggior parte della spiaggia è libera, quindi armatevi di ombrellone e telo mare. Se preferite invece lo stabilimento ce ne sono pochi quindi nel caso vi conviene prenotare.

salento con bambini

Le Maldive del Salento

Il tratto di costa tra Gallipoli e Leuca viene chiamato anche “Maldive del Salento“, chiamata così poiché la spiaggia di Marina di Pescoluse, dove fioriscono i gigli selvatici, ricorda proprio, con i suoi colori, i mari caraibici.

maldive del salento

Porto Cesareo

Questa cittadina è il cuore pulsante del tratto ionico del Salento, con la sua spiaggia meravigliosa e le sue torri, tra cui Torre Cesarea che da il nome al paese. Vi consigliamo un tour anche serale, magari mangiando pesce (la sua specialità sono le triglie).

porto cesareo tramonto

Altre attività da fare in Salento con i bambini

Giro in barca all’isola dei Conigli

Un’altra cosa che consigliamo nel nostro itinerario in Salento è quello di non perdervi questo giro in barca davvero da togliere il fiato. Si parte da Porto Cesareo

e si arriva a circumnavigare l’Isola dei Conigli (questo nome alternativo si è affermato quando negli Anni Cinquanta fu avviato, e poi  abbandonato, un allevamento di conigli allo stato selvatico).

Sono previste alcune tappe per fare snorkeling, tra cui un punto dove sul fondo ci sono dei resti di colonne greco-romane e la Madonnina dei naviganti, e un’altra tappa a Punta Prosciutto.

salento torre

Lo Splash di Gallipoli

Un’altra cosa da poter fare se siete amanti dei parchi acquatici è quello di trascorrere una giornata all’acquapark di Gallipoli che presta particolare attenzione a famiglie ed ai bambini piccoli, con servizi dedicati e una serie di accortezze a misura baby. Ci sono piscine con profondità massima di 50 centimetri, con cascatelle e mini acquascivoli. L’area consente ai bambini di divertirsi e in contemporanea offre ai genitori la possibilità di rilassarsi sotto l’ombrellone, tenendo sott’occhio i piccoli.

Tra le cose divertenti da provare c’è anche l’area dei Corsari, una piscina circolare in cui al centro svetta un galeone dei pirati, con tanto di cannoni a getto d’acqua.

I bimbi sotto il metro e dieci entrano gratis, mentre sino a un metro e trenta è previsto un biglietto di ingresso ridotto. Ovviamente bisogna guardare in questo periodo le eventuali restrizioni di accesso Covid.

Salento con i bambini: dove dormire

Il nostro consiglio è cercare un alloggio nella zona di Torre Lapillo, più tranquillo della vicina Porto Cesareo che è più “cittadina”. Come avete visto poi il mare è davvero invidiabile e a pochi metri dal paese si trova già la spiaggia.

Qui potete vedere tutti gli hotel della zona.

Spero che questo articolo vi sia stato utile e se volete potete seguirmi anche sui social, Facebook e Instagram per altri consigli di viaggio!

salento con bambini