Se non hai ancora letto l’articolo che parla del tour siciliano parte est ti consiglio di farlo così potrai scegliere da dove partire con la tua vacanza.

In precedenza abbiamo esplorato in 6 giorni:

  • CATANIA (4 giorni): Giardini Naxos, Taormina, Parco dell’Alcantara , Monte Etna, Acireale
  • SIRACUSA (2 giorni): Fontane Bianche (mare), Città di Siracusa e Ortigia

Qui di seguito invece ecco le principali tappe degli 8 giorni che abbiamo trascorso nella parte occidentale della Sicilia:

  • AGRIGENTO (2 giorni): Valle dei Templi e Scala dei Turchi
  • SAN VITO LO CAPO (4 GIORNI): San Vito (mare), Erice, Riserva dello Zingaro.
  • PALERMO (2 GIORNI): Cinisi (mare), Palermo.

AGRIGENTO E DINTORNI (2 GIORNI)

NOTA: Sulla strada che va da Siracusa ad Agrigento ci sarebbero state molte altre tappe fondamentali, come ad esempio Noto e Piazza Armerina. Per motivi di tempo dobbiamo proseguire ma la Sicilia offre davvero una ricchezza di luoghi per cui è necessario fare delle scelte.

VALLE DEI TEMPLI

Abbiamo optato per andare direttamente nei pressi di Agrigento ed in particolare a San Leone presso l’hotel Baia d Ulisse Wellness & Spa. Hotel davvero molto bello, con piscina e camere accoglienti.

Non è tra i più economici della zona (ma eravamo in viaggio di nozze….una volta nella vita si può fare..), se vai ad agosto e ti sembra troppo caro, guarda tutti quelli della zona qui.

Il giorno seguente lo dedichiamo alla visita della Valle dei Templi.

Il consiglio che ti do innanzitutto è che visto che non c’è un filo d’ombra consigliamo di arrivare o al mattino presto oppure verso sera. Coi bambini, eviterei gli orari più caldi e portatevi l’acqua con voi! Altrimenti se vai in estate il sito è aperto anche fino alle 22, così lo potrete ammirare al tramonto.

Inoltre noi abbiamo preferito lo zaino al passeggino poiché ci sono dei punti in cui ci sono le scale (anche se non tantissime).

vacanze_in_sicilia_bambini_valle_templi

Valle dei Templi

Si possono acquistare i biglietti on line (la prima domenica del mese l’ingresso è gratuito) ed eventualmente le visite guidate.

Noi siamo andati senza guida ma è una scelta personale, in totale il percorso archeologico varia tra le 2 e le 3 ore.

In ogni caso è assolutamente una tappa incredibile, sembra davvero di camminare in mezzo alla storia.

vacanze_in_sicilia_bambini_agrigento

SCALA DEI TURCHI

Eccoci a Realmonte, prima di trasferirci nuovamente dedichiamo una mezza giornata alla visita della famosa Scala dei Turchi. Perché si chiama così? Il suo nome lo deve al fatto che i corsari saraceni (per i siciliani i “Turchi”) utilizzavano la tranquilla baia per ormeggiare le navi per poi si arrampicarsi su quei “gradini” naturali e razziare i villaggi attorno.

vacanze_in_sicilia_bambini_scala_dei_turchi

Scala dei turchi

Scendiamo (zaino in spalla con Elena) lungo i gradini e il sentiero e rimaniamo abbagliati da questa immensa montagna di marmo bianco che degrada sul mare….uno spettacolo unico!

Consiglio: la spiaggia di per sè non è né grande né bella e nei mesi estivi molto affollata..vi consiglio una volta saliti e fatte le foto, di spostarvi su una spiaggia accanto oppure proprio di spostarvi.

SAN VITO LO CAPO E DINTORNI (4 GIORNI)

Dopo i vari spostamenti soggiorniamo per 4 giorni nella perla del trapanese, in un mare che non fa invidia a quello dei Caraibi…parliamo di San Vito e della vicina Riserva dello Zingaro.

Soggiorniamo all’hotel Mediterraneo Faro ottima posizione poiché vicino al mare e alla spiaggia…e fa un cous cous di pesce eccezionale! San Vito infatti è famosa per questa specialità tanto che a settembre si tiene il Festival del Cous Cous.

In ogni caso ci sono davvero tantissime strutture dove poter soggiornare.

Bisogna dire che negli ultimi anni San Vito è presa d’assalto dal turismo e se ci andate ad agosto dovete mettere in conto di incontrare molta, molta gente.

Noi che vi abbiamo soggiornato a metà giugno è stato un paradiso, spiaggia libera (c’è anche quella attrezzata) in prima fila e mare caldo.

vacanze_in_sicilia_bambini_san_vito

il mare di San Vito lo Capo

La sera si anima, bancarelle, musica, ristoranti di pesce ad ogni angolo, c’è davvero da non annoiarsi.

RISERVA DELLO ZINGARO

Se volete visitare la riserva con i bambini, a mio parere uno dei modi migliori è in barca, affittandola se avete la patente nautica oppure prenotando l’escursione in giornata con una delle agenzie locali (basta passeggiare per San Vito che vedrete innumerevoli opzioni).

Ti faccio solo notare che la foto sotto non è stata minimamente ritoccata, il colore blu che vedi è qualcosa di incredibile che mai ho visto al mondo! (neanche in Indonesia e ai Caraibi…)…per questo ti dico che secondo me ne vale la pena.

viaggio_in_sicilia_bambini_

Riserva dello Zingaro

Questo perché per arrivare alle calette bisogna camminare parecchio e sotto il sole (fino a Scopello sono circa 2 ore di cammino!). Se invece non siete amanti della barca o soffrite di mal di mare, in alternativa si può arrivare alla prima caletta con circa 20- 30 minuti di passeggiata fino a Cala Tonnarella.

Il giro in barca ti consente di sostare per 2-3 bagni, con il nostro tour siamo arrivati fino ai faraglioni di Scopello. Il blu di quel mare sembra quasi finto da quanto è intenso, per non parlare dei fondali, ricchissimi di pesce per gli amanti dello snorkeling.

vacanze_in_sicilia_bambini_scopello

I faraglioni di Scopello

ERICE

Erice è un borgo medievale arroccato a circa a 750 metri di altezza, Ci si può arrivare con la funivia o comodamente in macchina. Da San Vito si arriva in meno di un’ora, percorrendo la strada verso Trapani.

Man mano che si sale tra i tornanti si gode di un panorama spettacolare…da una parte la Valderice e le isole Egadi e dall’altra le saline di Trapani.

vacanze_in_sicilia_bambini_erice

il Borgo di Erice

Il mio consiglio è di perdervi tra le sue viuzze lastricate, le sue chiesette e i suoi angoli suggestivi, fino ad arrivare al Duomo e al Castello di Venere, magari prendendovi un aperitivo al tramonto, o degustando un dolce nella buonissima pasticceria di Maria Grammatico.

 

PALERMO E DINTORNI (2 GIORNI)

A Palermo avevamo la fortuna di avere degli amici/parenti che ci hanno ospitato, ma onestamente c’è l’imbarazzo della scelta sia se preferite appartamento o l’albergo.

Il nostro itinerario per la giornata a Palermo parte dalla visita della stupenda e maestosa Cattedrale, (ingresso libero): un mix di stili differenti, arabo-normanno, gotico e barocco, proprio per il susseguirsi delle dominazioni straniere nel corso dei secoli. Al suo interno le spoglie di Federico II e di Santa Rosalia, patrona della città.

Potrete poi proseguire verso le catacombe dei Cappuccini e tappa alla Fontana della Vergogna (così chiamata per le nudità delle statue).

La parte ancora più pittoresca della città sono però i mercati, Vucciria e Ballarò, dove sentirete “abbainare” i commercianti per attirare i visitatori a comprare.

Se volete fare mare, Mondello è la spiaggia dei palermitani, ad agosto molto affollata. Se andate in quel periodo vi consiglio la parte di Terrasini e Cinisi con la spiaggia Magaggiari, molto ampia e adatta ai bambini.

viaggio_sicilia_con_bambini_palermo_mare

Che dire, la Sicilia è davvero unica e tutta da scoprire! Certo sicuramente abbiamo dovuto saltare delle tappe, ma in due settimane ci sembra un itinerario molto vario e adatto alle famiglie!

Guarda qui la gallery con tutte le foto del nostro viaggio nella Sicilia ovest!